Letteratura ergodica

Parliamo oggi di letteratura ergodica, questa tanto misteriosa quanto affascinante sconosciuta.   Partendo dal temine, che deriva dai vocaboli greci Ergon – “lavoro”, e Hodos – “percorso”, possiamo cercare di darne una prima definizione considerandola Leggi tutto…

old books

La più amata

Mi chiamo Teresa Ciabatti, ho quarantaquattro anni, mio padre è morto da ventisei, mia madre da quattro. Mio fratello gemello mi evita, tu per me non sei una sorella, dice, hai sempre pensato solo a Leggi tutto…

old books

La strada di casa

Alla fine Jack Burdette tornò a Holt. Nessuno di noi se l’aspettava più. Erano otto anni che se n’era andato e per tutto quel tempo nessuno aveva saputo niente di lui. Persino la polizia aveva Leggi tutto…

old books

Casa di foglie

Qualsiasi cosa abbia tracciato il percorso del mio passato, quella notte era abbastanza forte da attirarmi oltre tutte quelle presenze addormentate, nascoste ai vivi, al sicuro dietro porte massicce, e condurmi in fondo al corridoio, Leggi tutto…

old books

Memoria di ragazza

Non c’è nessuna foto di lei nell’estate 1958. Nemmeno del giorno dei suoi diciott’anni, festeggiati là, alla colonia – la più giovane di tutto il gruppo di educatori – , un compleanno che aveva coinciso Leggi tutto…

old books

Addio

Questo si chiedeva l’uomo nel giardino d’inverno,la fine della fine, cosa poteva essere? Addio, l’ultima raccolta poetica di Cees Nooteboom, edita in Italia da Iperborea, è emblematicamente accompagnata dal sottotitolo Poesia al tempo del virus. Leggi tutto…

old books

Il diavolo e l’acqua scura

«Sappiate che il mio padrone…»Il suo sguardo errabondo si soffermò su Arent, facendo sussultare il cuore del mercenario.«… Viaggerà a bordo della Saardam. Egli è il signore delle cose nascoste: il signore della disperazione e Leggi tutto…