Iride maieutica,
parole in suono
tra i fumogeni
poeti in musica.
Unisciti al Kaos

Forse è più facile raccontarsi così, con un breve verso, giocando con la penna e il foglio come abbiamo fatto nei nostri laboratori, perché è bello mettersi a nudo quando ci si sente al sicuro, quando le parole non fanno male e sanno darti calore.


Questa seconda stagione di Read(y) si può dire sia la stagione della consapevolezza.
Siamo consapevoli di essere un punto di riferimento per la poesia italiana e siamo felici che la nostra famiglia conti ogni giorno più membri, siamo stati bravi a forzare il nostro e vostro cassetto stracolmo di versi e ora ci anneghiamo con piacere.


Troppi sono passati e ci hanno segnato:
Valentina Ghelfi e Giulia Bellu e la forza del verso donna;
David e le sue pillole di letteratura, figure retoriche regalate a tutti noi come la carezza di un padre;
Le forme dell’acqua con Pietro e Danila;
La catarsi di Ilaria e la resistenza di Daniele Coccia.

E in mezzo? Un laboratorio di poesia al Caffè Nemorense, giovedì di poesia e libertà che ci hanno regalato quattro magnifiche poesie e una serata finale vibrante come le parole di Er Pinto, voce sui muri di Roma e del mondo.


E ora che guardiamo avanti non possiamo che sorridere: stiamo per approdare in quel di Milano (con le amiche di FUMO Magazine) stiamo portando una valigia vuota, tante parole che vogliamo urlare ma tutte le vogliamo rubare, ci vogliamo far travolgere dal Verbo.

Siete pronti? Are you Read(y)?

Accendete pure i Fumogeni, preparate i tamburi, noi siamo Kaos e la nebbia la dissipiamo nell’etere della poesia.


0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *