Sei ad una festa di Halloween e hai deciso di travestirti da [inserire professione scelta], concordando col partner che indossi un travestimento da [inserire supereroe scelto]. Una volta arrivat* alla festa vai incontro a quella che pensi essere la tua dolce metà, parlandole in maniera sessualmente esplicita. Dopo aver sciorinato una proposta indecente dietro l’altra, scopri che non si trattava affatto del tuo/della tua [inserire supereroe scelto]…

Eccomi qui, carica più che mai per questa festa dove l’alcol scorre già a fiumi. Come ho fatto a restare in astinenza per oltre un anno lo sa solo il cielo. Avevo promesso a Vincenzo che lo avrei aspettato, ma è troppo tardi: è il quinto Negroni della serata e sento giusto un filo caldo sotto questo mantello nero e mi sbottono la camicia bianca. Ecco, magari è meglio controllare quanti bottoni apro prima che si veda il reggiseno o che vada in giro direttamente con quello e basta.
Vincenzo è sicuramente in ritardo e io ho il difetto opposto: mi sono anticipata addirittura di mezz’ora sull’orario concordato. L’altra coppia di nostri amici non si è ancora fatta vedere perché la scema che è andata in sbatti per l’orario e temeva la maledizione di “Carmen la Zingara” sono solo io. Vabbè, sai che c’è? Appena spotto il mio Wolverine mi appropinquo e magari gli offro da bere. Vediamo se si ricorda il sigaro cubano… Chissà se ha seguito il tutorial che gli ho girato per fare le lame di adamantio…

Certo che la gente qui è tutta musona e antipatica, nessuno che ha voglia di parlare con qualcuno che non sia il partner. In mancanza di altro si va verso il bar! 

Ma perché ho scelto di mettermi questa dannata maschera bianca in faccia, mannaggia a me! Potevo vestirmi come lo scorso anno da Morte e sfruttare il mio pallore cadaverico e le mie occhiaie perenni, e invece no: l’attore drammatico con la maschera di cera da fottuto Fantasma dell’Opera o da Commendatore del Don Giovanni che per bere è la cosa più scomoda che ci sia, cazzo!

Giù uno shot di tequila sale e limone, mentre intravedo in lontananza, proprio sulla porta del locale, una figura con canottiera bianca e spalle larghe, tutta sola. Ce l’abbiamo fatta, è arrivato! Prima, però, voglio qualcosa di più forte da bere. Barista mi sto sbracciando, notami!
“Che ti faccio ‘sta volta?”
“Due shot di assenzio verde!” brava Ali, bella decisa così. Prendi i bicchierini e corri dal tuo Wolverine.
Che palle, non si gira e finge di ignorarmi. Stai calma, che eri in sbatti fino a cinque minuti fa! Digli qualcosa tu, qualunque cosa. Ci stavi fantasticando sopra fino a poco fa!
“Allora…” gran bell’inizio, sorella, fagli sentire pure che hai bevuto come una spugna!
Comincio una cantilena di commenti spinti e di proposte post-festa un filo piccanti. Mamma mia, sono sempre molto pudica e seria, ma quando bevo esce davvero il peggio di me. Sto pronunciando fiumi di parole a un volume fin troppo alto… Strano che non mi stia bloccando. In genere sa che non sono così… Che cavolo, non mi sembra manco lui stasera. Si è stufato di me? Ha detto di sì per la festa, ma ora ha le palle girate?
Aspetta, facciamo che gli faccio il giro attorno… mi muovo tra tre, due, uno… No, a posto, si gira lui e… non è Vincenzo?! Sbianco! Oh, cazzo, e ora che faccio? Noto subito che il tizio ha le cuffie nelle orecchie e riesco a sentire un riverbero di musica. Mi guarda con aria interrogativa tenendo in mano un pennello e un secchio da imbianchino; ha pure qualche macchia di vernice sui jeans. Si leva le cuffie e mi sorride.
“Stavi parlando con me? Perché penso di non aver sentito!”
“No, ero uscita per una boccata d’aria e mi stavo lamentando a voce alta…”
“Ah, e scommetto che non ti bastava uno shot solo e ne volevi due per tenerti più al caldo…”
“Veramente uno lo conservo per una persona.”
“Io sto aspettando la mia Wonder Woman, ma voi donne fate sempre tardi! Sono uscito dal lavoro poco fa e sono venuto così senza manco cambiarmi.”
“Io aspetto il mio Wolverine.”
Ti prego arriva, Vin! Scrivimi e dimmi che stai posteggiando! Non ce la faccio più…
Però che brava che mi sono salvata in corner da questa figura di merda! Sia benedetta la musica ad alto volume nelle orecchie.“
“Se davvero con Wolverine farai tutte quelle cose che dicevi col culetto, complimenti!”

Merda! Giù i due shot d’assenzio!

Alice


0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *