Scrivi dei versi che raccontino della prima volta che ti sei guardato allo specchio.

Nel momento esatto
in cui hai acceso
corrispondenze

mi hai vista
gialla
e assorta

hai svegliato i nomi
li hai contati
sulle dita

tu sei I.
e hai tre anni

Mi hai convinta
allora
che l’esercizio esatto
di condurre il pensiero
da dentro a fuori
e ritorno
sarebbe sempre valso
lo sforzo

Quella prima lezione
rimane
-la mia prima fatica
intellettuale –

così ancora mi spiego
le cose

a parole
poche
e in luce solare

I.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *