old books

L’iris selvatico

Volevo restare come eroferma come il mondo non è mai fermo,non a mezza estate ma l’attimo primache il primo fiore si formi, l’attimoche nulla è ancora passato L’iris selvatico, valso a Louise Glück il Premio Leggi tutto…

old books

Addio

Questo si chiedeva l’uomo nel giardino d’inverno,la fine della fine, cosa poteva essere? Addio, l’ultima raccolta poetica di Cees Nooteboom, edita in Italia da Iperborea, è emblematicamente accompagnata dal sottotitolo Poesia al tempo del virus. Leggi tutto…

fogli impilati l'uno sopra l'altro

L’onirico – Dalla tenebra cammino

Trasforma un incubo di mutismo in un sogno a lieto fine, avendo cura di inserire nel racconto tre elementi imprescindibili della dimensione onirica: un assurdo, un paradosso spazio-temporale e la presenza di un personaggio improbabile e avulso dal contesto. Dalla tenebra cammino ad ampipassi, ritrovando uno stentatolume; sicuro Leggi tutto…

fogli impilati l'uno sopra l'altro

Il riconoscersi – Coscienza

Scrivi dei versi che raccontino della prima volta che ti sei guardato allo specchio. Coscienza.MarcoRosso. Dirompente.IoBlu. Conciliante.MarcoRosso. Ferito.IoBlu. Presente.Coscienza.Ti vedevo,non ti guardavo.Ti sentivo,non ti ascoltavo.Coscienza.Rimpianto.Ma non pretendere.Il cucciolonasce cucciolo. Marco

fogli impilati l'uno sopra l'altro

Il riconoscersi – È strana

Scrivi dei versi che raccontino della prima volta che ti sei guardato allo specchio. È stranaquesta ragazzaè strana La fisso negli occhicosì intensamenteche mi pare di leggerledentro È sempre lìdietroil vetroda lì mi vedesempre Io mi truccomi pettinofaccio Leggi tutto…